Tv, Chiambretti sbarca a Mediaset, "compromesso storico"

giovedì 4 dicembre 2008 18:06
 

di Ilaria Polleschi

MILANO (Reuters) - Dopo un "corteggiamento" durato cinque anni, Piero Chiambretti ha ceduto: è diventato un "uomo Mediaset" e da gennaio sbarcherà per la prima volta su Italia 1 con un programma tagliato su di lui e che, assicurano i vertici del gruppo, darà una nuova impronta a tutta le rete.

Ottanta minuti di trasmissione per tre giorni a settimana -- il martedì, mercoledì e giovedì -- in seconda serata (con partenza tra le 23:45 e mezzanotte), che debutterà il prossimo 20 gennaio fino a maggio, per poi riprendere con la nuova stagione autunnale e che si avvarrà della presenza di Diego Abatantuono.

"Il viaggio fino a qui è stato tormentato, una via crucis, quasi un 'travaglio'", ha scherzato oggi il conduttore, con una carriera passata tra Rai e La7, dove ha realizzato sempre programmi di successo, e che ha definito il suo passaggio alle reti del Biscione un "compromesso storico".

"Ora sono un uomo Mediaset, mi fa anche un po' impressione dirlo", ha continuato con una battuta, riflettendo poi sul fatto che possa essere considerato un 'traditore' da chi politicamente lo considera di sinistra.

"Penso che ci sia una distinzione tra chi è di sinistra o della sinistra. Io rimango di sinistra, ma non faccio politica nei miei programmi. Un prodotto non è di destra né di sinistra e poi... meglio lavorare che stare a casa...", ha aggiunto sdrammatizzando. "E' da un mese che lavoro a Mediaset e non ho mai incontrato così tanti comunisti... ci sono più rossi qui che al Tg3".

"L'idea e il progetto che mi hanno proposto sono molto interessanti. Al di là dei soldi, una proposta di questo tipo non me la poteva fare nessuno", si è giustificato, spiegando di essersi proposto sul mercato ma di non aver ricevuto offerte migliori.

"Raiuno mi aveva offerto i pacchi, Raidue otto puntate in seconda serata, quelli di Raitre sono 15 anni che non li sento... Gli unici che mi avevano fatto una proposta erano quelli di Sky e certo, sul satellite c'è meno pressione e si poteva sperimentare... ma alla fine tra lo squalo e il caimano ho scelto il caimano".

UNA CONTINUAZIONE DI "MARKETTE"   Continua...

 
<p>Il conduttore Piero Chiambretti in un'esibizione con il gruppo britannico delle Spice Girls al Festival di San Remo del 1997. REUTERS/Stinger</p>