Clima, Italia insiste su modifiche a pacchetto Ue, o voterà no

giovedì 4 dicembre 2008 21:35
 

BRUXELLES (Reuters) - Ad una settimana dal Consiglio europeo chiamato a varare il pacchetto clima ed energia presentato dalla Commissione, l'Italia ribadisce che nella configurazione attuale non è accettabile e, se non ci saranno i cambiamenti richiesti, voterà contro.

Lo ha detto stamani il ministro dell'Ambiente Stefania Prestigiacomo, al termine del Consiglio dei ministri dell'Ambiente dei 27 paesi europei.

"Il pacchetto clima così come è non è accettabile. Se i nostri punti non passeranno, la posizione italiana sarà contraria al Consiglio europeo dell'11 e 12 dicembre", ha detto Prestigiacomo uscendo dalla riunione.

Tra gli scenari possibili in caso di mancata intesa, ha aggiunto il ministro, c'è anche lo spacchettamento del provvedimento, cioè alcune direttive potrebbero andare avanti ed altre no.

La Commissione europea ha presentato una serie di normative per centrare entro il 2020 il triplice obiettivo della riduzione del 20% delle emissioni di Co2, del 20% in più di efficienza energetica e del 20% del totale energetico ricavato da fonti rinnovabili.

Il governo italiano ritiene il percorso tracciato dalla Commissione troppo oneroso e chiede -- "punto irrinunciabile", ha detto Prestigiacomo -- una clausola di revisione sulle energie rinnovabili nel 2014, cioè a metà del percorso.

 
<p>Il ministro dell'Ambiente Stefania Prestigiacomo. REUTERS/Dario Pignatelli</p>