Cina respinge richieste di autonomia del Dalai Lama

giovedì 4 dicembre 2008 09:08
 

PECHINO (Reuters) - La Cina ha detto che non ci sono speranze di accogliere le richieste di autonomia del Tibet avanzate dal Dalai Lama, utilizzando i media di Stato per condannare le posizioni del leader buddista in esilio in vista del suo incontro col presidente francese Nicolas Sarkozy.

Due commenti diffusi oggi dall'agenzia di stampa ufficiale Xinhua sono stati gli ultimi colpi nella campagna di Pechino contro il Dalai Lama, che chiede un "alto livello di autonomia" per la sua patria montuosa, dando un autogoverno ai tibetani sotto una sovranità cinese.

In vista del viaggio del Dalai Lama in Polonia, dove sabato incontrerà Sarkozy, la Cina ha chiesto al presidente francese di non partecipare all'incontro ed ha annullato per protesta un incontro con l'Unione Europea a Lione per lunedì, programmato da tempo.

I commenti della Xinhua sottolineano che il Dalai Lama ignora le libertà politiche e religiose che la Cina riconosce ai tibetani, dicendo che accettare le sue richieste significherebbe rischiare seriamente delle spaccature etniche.

 
<p>Una immagine d'archivio del Dalai Lama. REUTERS/David W Cerny (CZECH REPUBLIC)</p>