Grecia, torna all'Acropoli marmo preso da un soldato nel 1943

martedì 2 dicembre 2008 21:17
 

ATENE (Reuters) - Ha fatto oggi ritorno in patria un frammento di marmo che decorava il tempio del Partenone, rimosso e portato via da un soldato austriaco durante la Seconda guerra mondiale.

E la Grecia, plaudendo al gesto che ha definito "simbolico", ha colto l'occasione per rinnovare il suo appello affinché tutti i suoi tesori trafugati vengano restituiti.

Una scritta sul frammento, che misura tra 7 e 30 centimetri, rivela che il reperto è stata preso dall'Acropoli di Atene il 16 febbraio del 1943, nel mezzo dell'occupazione di tre anni della Grecia da parte delle forze dell'Asse guidate dalla Germania.

Martha Dahlgren ha ereditato la parte del fregio, che adornava il colonnato interno del Partenone, da suo padre e ha deciso di restituirlo.

"Oggi rendiamo onore alla restituzione di una parte architettonica dell'Acropoli ... E' un gesto molto simbolico", ha detto il ministro della Cultura greco Michalis Liapis in una nota.

E' il terzo frammento del Partenone che ritorna in patria negli ultimi mesi, dopo il gesto simile fatto un mese fa dal Vaticano e a settembre da un museo siciliano.

 
<p>Colonnato del tempio del Partenone, nell'Acropoli di Atene. REUTERS/John Kolesidis</p>