British Independent Film Awards, vince "The Millionaire"

lunedì 1 dicembre 2008 11:29
 

LONDRA (Reuters) - Il film "The Millionaire", del regista Danny Boyle, che parla di un povero ragazzo indiano che vince milioni ad un gioco televisivo, ha fatto piazza pulita ai British Independent Film Awards ieri, vincendo tre premi.

Anche "Hunger", acclamato debutto alla regia dell'artista Steve McQueen, ha meritato tre premi, seguito da "La felicità porta fortuna", film insolitamente ottimista di Mike Leigh, che ha vinto due premi per miglior attore e miglior attrice non protagonisti.

"The Millionaire" è stato premiato come miglior film indipendente britannico, per miglior regia e per migliore attore emergente, quest'ultimo assegnato al giovane Dev Patel nel ruolo del protagonista Jamal.

Il film ha già ricevuto ottime recensioni a diversi festival ed è nell'aria la possibilità di un Oscar.

L'altra pellicola che ha meritato tre premi è "Hunger", un film molto forte sugli ultimi giorni di Bobby Sands, prigioniero dell'Ira che iniziò lo sciopero della fame e morì nel 1981.

Il ruolo di Sands è interpretato da Michael Fassbender, che ha vinto nella categoria di miglior attore protagonista, mentre a McQueen è stato assegnato il premio Douglas Hickox per miglior debutto alla regia e al cameraman Sean Bobbitt quello per migliori effetti tecnici.

Il premio per migliore attrice protagonista è andato a Vera Farmiga in "Il bambino con il pigiama a righe", e quello per miglior sceneggiatura è stato vinto dal film "In Bruges" di Martin McDonagh.

Alexis Zegerman è stata nominata migliore attrice non protagonista per il film "La felicità porta fortuna", e Eddie Marsan ha vinto la categoria di migliore attore non protagonista per lo stesso film.

"The Escapist" ha vinto il premio per migliore produzione artistica,"Man on Wire" è stato nominato miglior documentario, "Soft" ha vinto come migliore cortometraggio britannico, mentre come migliore film straniero ha vinto "Waltz With Bashir", di Ari Folman, film di animazione che evoca la guerra in Medio Oriente.

L'attore David Thewlis ha vinto il premio Richard Harris per l'importante contributo al cinema britannico e Michael Sheen ha vinto il premio varietà.

 
<p>Il regista inglese Danny Boyle REUTERS/Lucas Jackson</p>