Papa: "orrore" per Nigeria e Mumbai, Dio tocchi cuore terroristi

domenica 30 novembre 2008 12:48
 

ROMA (Reuters) - Papa Benedetto XVI ha espresso oggi "orrore" per la "crudele e insensata violenza" che ha colpito, per motivi e in circostanze diverse, Mumbai in India e la Nigeria.

"Chiediamo al Signore di toccare il cuore di coloro che si illudono che questa sia la via per risolvere i problemi locali o internazionali e sentiamoci tutti spronati a dare esempio di mitezza e di amore per costruire una società degna di Dio e dell'uomo", ha detto il Pontefice subito dopo l'Angelus in piazza San Pietro.

Fondamentalisti islamici hanno attaccato Mumbai mercoledì scorso uccidendo secondo l'ultimo bilancio 183 persone e ferendone quasi 300 in un assedio durato tre giorni. Scontri etnici fra musulmani e cristiani hanno ucciso almeno 367 persone a Jos, nella regione centrale della Nigeria, ma il bilancio delle vittime è ancora provvisorio.

"Vorrei invitarvi a unirvi nella preghiera per le numerose vittime sia dei brutali attacchi terroristici di Mumbai, in India, sia degli scontri scoppiati a Jos, in Nigeria, come pure per i feriti e quanti, in qualsiasi modo, sono stati colpiti", ha detto Benedetto XVI.

"Diverse sono le cause e le circostanze di quei tragici avvenimenti, ma comuni devono essere l'orrore l'indignazione per l'esplosione di tanta crudele e insensata violenza".

 
<p>Il Papa oggi alla basilica di San Lorenzo fuori le mura. REUTERS/Alessandro Bianchi</p>