Arte, rinvenuto Tiepolo "nascosto" in castello per 200 anni

venerdì 28 novembre 2008 18:44
 

LONDRA (Reuters) - Dopo essere rimasto chiuso nella soffitta di un castello francese per 200 anni perché considerato troppo scandaloso dai proprietari dell'epoca, un dipinto del 18esimo secolo del maestro Giambattista Tiepolo che raffigura una donna seminuda ha visto oggi nuovamente la luce.

"Ritratto di Flora", che si pensa sia parte di una serie di opere commissionate dall'imperatrice Elisabetta di Russia, sarà messo in vendita da Christie's il prossimo 2 dicembre durante l'asta dedicata all'arte britannica e ai grandi maestri del passato.

Si pensa che il dipinto, rimasto inesposto e parte sempre della stessa collezione privata per oltre due secoli, sarà venduto per una somma tra le 700mila e le 900mila sterline (tra 850.000 e 1 milione 100mila euro).

"I collezionisti privati sono attratti dai dipinti rari e riscoperti rimasti intatti", ha detto Richard Knight, direttore internazionale del dipartimento per i maestri d'arte di Christie's.

Il "Ritratto di Flora", che si pensa sia stato realizzato tra i 1760 e il 1761, mostra una giovane donna drappeggiata in una veste che lascia scoperti il seno sinistro e un braccio, che tiene all'altezza del ventre un mazzo di fiori.

Non è certa la data in cui l'opera entrò in possesso dell'imperatrice Elisabetta, morta nel 1762, lo stesso anno in cui Tiepolo si trasferì a Madrid.

Il dipinto sarà visibile al pubblico da domani fino al 2 dicembre da Christie's, che non intende rivelare quale castello in Francia lo abbia custodito nel tempo.