Neve sulle autostrade, sconsigliata A1 tra Bologna e Firenze

lunedì 24 novembre 2008 12:48
 

ROMA (Reuters) - A causa della neve caduta abbondantemente in nottata e questa mattina sull'Appenino, il Gruppo Autostrade sconsiglia oggi agli automobilisti di percorrere il tratto dell'A1 compreso tra Bologna e Firenze.

La situazione, dice il sito web di Autostrade, è critica tra Barberino e Rioveggio in entrambi i sensi, e poi tra Modena sud e Sasso Marconi in direzione sud, anche se non risultano blocchi stradali.

Ma in ogni caso, per giungere da Firenze Nord a Sasso Marconi occorrono 4 ore, avverte la società autostradale.

"Attualmente si registrano precipitazioni nevose intense in A1 tra Rioveggio e Barberino, in A23 all'altezza del confine di stato, in A13 tra Padova e Terme Euganee ed in A27 tra Vittorio Veneto e Belluno", dice un comunicato del Gruppo Autostrade riferito alla situazione alle 12 di oggi, precisando che complessivamente sono 800 i chilometri di autostrada su cui è nevicato.

"Precipitazioni di minore intensità stanno interessando anche l'A1 tra Piacenza e Modena, l'A13 tra Villa Marzana e Terme Euganee, l'A27 tra Treviso e Vittorio Veneto".

Secondo il comunicato, le nevicate dovrebbero terminare nel primo pomeriggio di oggi.

Il servizio meteorologico dell'Aeronautica militare prevede, sul proprio sito, un'attenuazione del fenomeno a partire dalla tarda mattinata nel nord Italia, dove caleranno anche le temperature minime. Mentre nel pomeriggio la neve interesserà invece il versante abruzzese degli Appennini e, ad alta quota, la Campania e il Molise.

Se per giungere a Firenze da Bologna -- e viceversa -- occorrono 4 ore, dice il comunicato, ci vuole un'ora e mezzo tra Udine e Tarvisio in entrambe le direzioni sulla A23, e un'ora e un quarto tra Arcoveggio e Padova sulla A13.

Per evitare il tratto Bologna-Firenze dell'A1, Autostrade consiglia come alternativa "prendere la l'A11 in direzione Livorno, immettersi in A12 verso Genova, per poi prendere l'A7 verso nord".

 
<p>Immagine d'archivio. REUTERS/Wolfgang Rattay</p>