Sundace film Festival apre con film d'animazione australiano

giovedì 20 novembre 2008 11:17
 

LOS ANGELES (Reuters) - Il Sundace Film Festival, trampolino di lancio per i filmmaker americani indipendenti, ha rivelato ieri quale sarà la pellicola proiettata nella serata d'apertura della sua 25esima edizione, a gennaio del 2009: "Mary e Max", film d'animazione.

In linea con la tradizione del Sundace di fungere da piattaforma per pellicole insolite, "Mary e Max" è la storia di una ragazzina australiana di 8 anni che diventa amica di penna di un uomo obeso 44enne che vive a New York.

Scritto e diretto dall'australiano Adam Elliot, il film abbraccia un periodo di 20 anni, in cui i due toccano questioni come psichiatria, autismo, cleptomania e agorafobia. Le voci sono quelle di Toni Collette, Barry Humphries ed Eric Bana.

Geoffrey Gilmore, direttore del Sundace, lo ha definito "il ritratto di un'amicizia globale tra due persone meravigliosamente disfunzionali".

Il festival, sponsorizzato dall'istituto Sundace di Robert Redford, attira star, media e decine di migliaia di appassionati di cinema a Park City, nello Utah, a est di Salt Lake City, e l'edizione dell'anno prossimo si terrà dal 15 al 25 gennaio.

I film drammatici e i documentari che parteciperanno alla competizione, così come quelli appartenenti ad altre categorie, saranno rivelati il 3 o il 4 dicembre.