Canguri geneticamente simili all'uomo, dice ricerca australiana

martedì 18 novembre 2008 18:17
 

CANBERRA (Reuters) - I canguri australiani sono geneticamente simili agli esseri umani, e sembra che si siano originariamente sviluppati in Cina. Lo hanno dichiarato oggi alcuni ricercatori australiani.

Il Centro statale di Eccellenza per la Genetica dei Canguri ha rivelato che alcuni scienziati hanno mappato per la prima volta il codice genetico dei marsupiali, trovando una sorprendente somiglianza con il genoma degli umani.

"Ci sono poche differenze, noi abbiamo un po' più di questo, un po' meno di quello, ma sono gli stessi geni, e molti di essi sono disposti nello stesso ordine", ha detto ai giornalisti il direttore del centro Jenny Graves, a Melbourne.

"C'è un grosso pezzo del genoma umano che si trova esattamente uguale nel genoma dei canguri", ha detto Graves.

I ricercatori hanno scoperto che l'ultima volta che umani e canguri hanno avuto un antenato comune è stato almeno 150 milioni di anni fa, molto di più rispetto agli umani e i topi, che hanno preso strade separate solo 70 milioni di anni fa.

Si è scoperto inoltre che i canguri sono originari della Cina, ma che sono poi migrati attraverso l'America fino in Australia e in Antarctica.

"I canguri ci possono dire molto di come eravamo 150 milioni di anni fa", ha concluso Graves.