Russia, porte aperte a udienze processo Politkovskaya

lunedì 17 novembre 2008 20:06
 

MOSCA (Reuters) - Un tribunale militare a Mosca ha stabilito oggi che il processo che vede imputati tre sospetti complici nell'omicidio della giornalista Anna Politkovskaya, sarà celebrato in forma pubblica e non a porte chiuse come richiesto dalla Procura.

Politkovskaya, cronista molto critica nei confronti del Cremlino, aveva riportato degli abusi ai diritti umani in Cecenia e in altre regioni della Russia. E' stata uccisa il 7 ottobre del 2006 davanti al suo appartamento a Mosca.

L'assassinio della donna, uno dei delitti di più alto profilo negli otto anni di presidenza dell'attuale primo ministro russo Vladimir Putin, ha messo in luce i pericoli cui vanno incontro i giornalisti in Russia nello svolgere il proprio lavoro.

La polizia non ha ancora arrestato la persona accusata di essere il mandante dell'omicidio e il ceceno che si pensa ne sia l'esecutore materiale, Rustam Makhmudov.

La richiesta di un processo a porte aperte era stata avanzata sia dai difensori degli imputati che dai legali della famiglia Politkovskaya, contro la richiesta del procuratore di stato che voleva un procedimento a porte chiuse "perché alcuni materiali del caso contengono dettagli classificati come segreto di stato", secondo quanto dichiarato dal giudice Yevgeny Zubov.