November 14, 2008 / 11:20 AM / 9 years ago

Washington spera di fare soldi con l'Obama-mania

3 IN. DI LETTURA

<p>Cartello esposto a Chicago dopo l'elezione di Barack Obama a presidente degli Stati Uniti.Kevin Lamarque</p>

WASHINGTON (Reuters) - Quanto paghereste per un posto in prima fila nella storia?

I biglietti per la cerimonia di giuramento di Barack Obama, che il prossimo 20 gennaio diventerà il primo presidente nero degli Stati Uniti, sono già pubblicizzati per migliaia di dollari.

C'è solo un problema: i biglietti non sono ancora disponibili al pubblico, almeno per il momento. Saranno a disposizione solo nella settimana precedente all'evento, secondo la commissione delle cerimonie inaugurali, indignata che i biglietti siano in vendita sul sito di aste online eBay e altri, visto che saranno distribuiti gratuitamente.

Un senatore sta mettendo a punto una bozza di legge per rendere illegale la vendita.

La portavoce di eBay Nichola Sharpe ha detto che dirigenti della società hanno incontrato alcuni membri della commissione e si sono accordati per il ritiro di tutte le inserzioni relative ai biglietti per la cerimonia.

Attualmente, sul sito sono pubblicizzati due biglietti con una base d'asta di 10.000 dollari, mentre sui siti stubhub.com e estagefront.com sono in vendita per una cifra tra i 1.400 e i 2.350.

Ci si aspetta che centinaia di migliaia di persone andranno a Washington per assistere all'insediamento di Obama, che salirà i gradini del Campidoglio e parlerà alla nazione dopo una delle più lunghe e combattute campagne elettorali della storia.

Gli organizzatori sostengono che ci sia un entusiasmo senza precedenti per la stessa cerimonia e per i balli e le feste in tutta Washington nei giorni seguenti.

Circa 240.000 biglietti saranno distribuiti attraverso gli uffici di parlamentari e senatori Usa: molti saranno consegnati solo il giorno prima, per minimizzare la possibilità che la gente li venda e per ragioni di sicurezza.

"Questa inaugurazione sarà il più grosso evento civico del nostro tempo, e i biglietti si suppone siano gratis per la gente. Nessuno dovrebbe pagare", spiega un funzionario della commissione.

Danny Matta, proprietario del sito greatseats.com, sostiene che ciò sia un attacco al capitalismo.

"Questa è l'America. Se qualcuno ha un biglietto e vuole venderlo, perché bisogna proibirlo? Non stiamo parlando di pistole o droghe", ha aggiunto.

Gli economisti prevedono che gli Stati Uniti saranno in recessione quando Obama si insedierà, ma gli imprenditori e le aziende di Washington sperano di fare molti soldi dalla folla record attesa in città.

"Vedremo crescere il turismo in un momento difficile", spiega Bill Hanbury, capo dell'ufficio del turismo locale, il cui staff gestisce ora 200-300 telefonate al giorno.

La maggior parte degli alberghi della capitale sono già prenotati, mentre alcuni residenti affittano le loro case per cifre astronomiche per la settimana dell'inaugurazione.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below