Quirinale:rinunciamo aumento bilancio.Stato risparmia 10 milioni

giovedì 13 novembre 2008 17:44
 

ROMA (Reuters) - Il Quirinale ha reso noto oggi di aver inviato una lettera al ministro dell'Economia Giulio Tremonti in cui afferma di rinunciare alla possibilità di adeguare il proprio bilancio interno al tasso d'inflazione programmato fissato nella misura dell'1,5% nel biennio 2010-11, facendo risparmiare allo Stato oltre 10 milioni di euro.

"In vista della presentazione alla Camera dei deputati della nota di variazione al disegno di legge di bilancio dello Stato per il triennio 2009/2011, il segretario generale della presidenza della Repubblica, Donato Marra, ha inviato una lettera al ministro dell'Economia e delle Finanze Giulio Tremonti, comunicando che ... si è reso possibile ... mantenere la dotazione del Quirinale a carico del bilancio dello Stato per gli anni 2010 e 2011 allo stesso livello previsto per il 2009", si legge nella nota diffusa oggi dal Quirinale.

"Ciò comporterà una riduzione dell'onere, per la Presidenza della Repubblica, di 10.456.000 euro nel biennio", continua la nota.

"Il deciso ridimensionamento delle previsioni del fabbisogno è stato reso possibile dal programma di contenimento della spesa, in ogni sua componente, avviato su impulso del Presidente Napolitano per concorrere al risanamento dei conti pubblici", conclude il comunicato.

 
<p>Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. REUTERS/John Kolesidis</p>