Clima, a ottobre in Italia temperature più alte di quasi 2 gradi

mercoledì 12 novembre 2008 10:43
 

di Massimiliano Di Giorgio

ROMA (Reuters) - A ottobre le temperature registrate in Italia sono state superiori di quasi 2 gradi alla media, e a Trieste si è toccato il record dgli ultimi 34 anni. Lo dicono i dati elaborati dal Centro nazionale di meteorologia e climatologia aeronautica.

"Oltre al fisiologico aumento delle temperature, che questa volta si è manifestato dell'ordine di un paio di gradi oltre la norma, soprattutto in Val Padana, c'è stato un estremo giornaliero che si è verificato a Trieste con una temperatura massima di 28°C, circa mezzo grado in più del precedente estremo verificatosi nel 1974", ha scritto oggi in una email a Reuters il colonnello Tiziano Colombo, capo del Dipartimento di Climatica del Cnmca.

L'anomalo aumento delle temperature a ottobre si è registrato sia per le massime che per le minime, dice il Bollettino climatico di ottobre edito dal Cnmca.

"I valori più alti sono stati registrati sulla pianura padana, su una vasta area che comprende le regioni di Lombardia, Veneto, la parte orientale del Piemonte e la parte di Nord-Est dell'Emilia Romagna, con valori di anomalia fino a circa +3.5° C, raggiunti nella Lombardia centrale", dice il bollettino. "Valori simili sono stati registrati anche nel Triestino".

Un aumento inferiore, di circa 2,5 gradi, si è registrato invece tra Toscana, Lazio e Umbria e su gran parte dell'Italia meridionale.

Nell'ultima decade del mese, però, si è verificato un "abbassamento di 4-5°C rispetto alla decade precedente sul Nord- Ovest, sulla Sardegna, e sulla parte adriatica, oltre che sulla parte continentale del Centro Italia", diminuendo così lo scostamento complessivo del mese rispetto al trend di riferimento per i meteorologi, quello compreso tra gli anni 1961-1990.

Un'indicazione del caldo "anomalo" di ottobre viene anche dai temporali: "il massimo di temporali nel corso dell'intero mese si è avuto in mare fra Tunisia, Sardegna e Sicilia - ha scritto Colombo - a conferma del fatto che il Mediterraneo centro meridionale è ancora abbastanza caldo".

Il 22 ottobre scorso un nubifragio nel Cagliaritano con 276,4 millimietri di pioggia caduta in sei ore, ha provocato quattro morti e l'evacuazione di circa 1.300 persone, oltre a danni non ancora calcolati.