Gdf accerta evasione da 7 milioni di euro per il pittore Botero

martedì 11 novembre 2008 13:54
 

ROMA (Reuters) - La Guardia di Finanza ha accertato 7 milioni di euro non dichiarati da parte di Fernando Botero, il noto scultore e pittore colombiano residente nel Principato di Monaco ma da anni domiciliato di fatto in Italia, in Toscana.

In una nota, le Fiamme Gialle spiegano che nei confronti dell'artista -- tra i contemporanei più quotati -- è stata inoltrata comunicazione di notizia di reato presso la Procura locale, poiché l'evasione fiscale constatata supera le soglie di punibilità amministrative.

Le Fiamme Gialle di Viareggio -- si legge nella nota -- hanno eseguito una verifica fiscale nei confronti dell'artista colombiano nell'ambito di una vasta operazione nel settore artistico ancora in corso, esaminando l'attività commerciale di Botero nel comune di Pietrasanta (Lucca), dove lo scultore è domiciliato da quasi 30 anni e dove ha un'attività che coinvolge una decina di aziende locali specializzate nella lavorazione di gesso e bronzo, a cui viene affidata la realizzazione dei modelli disegnati dallo scultore sudamericano.

Le stesse aziende artigiane, situate principalmente a Pietrasanta e in alcuni casi a Pistoia e Verona, si occupano della spedizione delle opere a importanti gallerie d'arte europee, statunitensi e giapponesi.

Al momento non è stato possibile raggiungere l'artista per un commento sulla vicenda.

"Pietrasanta ha rappresentato il luogo permanente della sua attività commerciale, ove il maestro ha impartito le istruzioni anche attraverso persone di sua fiducia alle fonderie e laboratori, facendo della sua attività un business mondiale", si legge nella nota.

Gli accertamenti, che hanno permesso la ricostruzione dei flussi monetari provenienti da conti correnti esteri, hanno interessato il periodo dal 2003 a oggi.

Inoltre -- hanno detto le Fiamme Gialle -- dalla documentazione bancaria esaminata è emersa un'operazione di compravendita immobiliare relativa a una villa acquistata a Pietrasanta per 1.200.000 euro, "nel corso della quale è stato occultato volontariamente un corrispettivo di 607.000 euro" che ha comportato violazioni per il mancato versamento delle imposte di registro, ipotecaria e catastale.

Sono tuttora in corso ulteriori accertamenti volti a ricostruire i rapporti finanziari dell'artista con numerose gallerie estere, acquirenti delle opere di Botero note e apprezzate in tutto il mondo per la loro rappresentazione gioiosa, imponente e sensuale della figura umana.

 
<p>Fernando Botero, pittore e scultore colombiano. REUTERS/Tomas Bravo (MEXICO)</p>