Viaggi, Australia al primo posto del Country Brand Index

lunedì 10 novembre 2008 11:28
 

CANBERRA, 10 novembre (Reuters ) - Le campagne pubblicitarie per il turismo che mostrano modelle in bikini e le immagini dell'entroterra australiano come quelle del nuovo film "Australia", hanno contribuito a far vincere all'Australia il titolo di brand-paese mondiale per il terzo anno consecutivo.

Il Canada, che l'anno scorso era arrivato sesto, si è posizionato quest'anno al secono posto del country brand index, un indice annuale che ha l'obiettivo di monitorare le tendenze dei viaggi e le opportunità per il turismo.

Gli Stati Uniti sono scesi di una posizione, arrivando terzi nell'indice compilato in base a un'indagine su 2.700 viaggiatori dalla società di consulenza di brand BrandFutures e dall'azienda di pubbliche relazioni Weber Shandwick.

Gli altri paesi nella top ten della quarta edizione del Country Brand Index (CBI) sono Italia, Svizzera, Francia, Nuova Zelanda, Gran Bretagna, Giappone e Svezia.

L'indice ha identificato Cina, Emirati Arabi Uniti e Croazia come 'stelle nascenti', che diventeranno con ogni probabilità le mete turistiche più gettonate dei prossimi 5 anni.

Rina Plapler, direttore esecutivo senior di FutureBrand, ha detto che alcuni paesi stanno iniziando a sviluppare l'idea di brand, ma che c'è ancora molta strada da fare, infatti tanti ancora non usano il marketing per differenziarsi.

"Sopratutto nei prossimi anni, i paesi dovranno migliorare il loro orientamento strategico e la loro distribuzione" ha dichiarato riferendosi ai tempi duri che si trova ad affrontare l'industria del turismo.

L'Australia ha appena lanciato una nuova campagna pubblicitaria in cui si autodefinisce un luogo "per ritrovare se stessi", parallelamente al film "Australia" uscito questo mese in cui recita Nicole Kidman, concentrato sulla bellezza del paesaggio.

Le cifre del turismo australiano sono calate del 4,7% l'anno scorso, poiché il paese ha fatto affidamento su una campagna pubblicitaria con modelle in bikini che chiedevano "dove diavolo sei?" che non ha avuto successo.   Continua...

 
<p>Spiaggia di Manly Beach, Sidney. REUTERS/Will Burgess</p>