7 novembre 2008 / 13:20 / 9 anni fa

Australia, attrazione turistica per nuotare con i coccodrilli

<p>La "gabbia della morte", nuova attrazione turistica australiana. REUTERS/Wade Huffman (AUSTRALIA).</p>

Di Cecile Lefort

DARWIN, Australia (Reuters) - Nuotare faccia a faccia con un enorme coccodrillo marino potrebbe non essere per tutti l‘ideale di divertimento, ma chi cerca emozioni forti sta apprezzando la nuova attrazione turistica dell‘Australia settentrionale.

I turisti che vogliono entrare in confidenza con un coccodrillo entrano in una gabbia soprannominata “la gabbia della morte”, spessa circa 145 mm e alta 2,8 metri, indossando soltanto un costume da bagno e degli occhialini.

La gabbia viene poi fatta scivolare in un‘area dove ci sono i coccodrilli, rimanendo immersa solo per metà, in modo che i turisti possano andare sott‘acqua per vedere gli animali, ma anche salire in superficie per respirare, e può portare al massimo due persone per volta.

L‘attrazione, situata a Crocosaurus Cove, nel cuore della città di Darwin nei Territori Settentrionali, è stata valutata a pieni voti dagli amanti dell‘adrenalina.

“E’ fantastico!”, ha detto Mark Clayton, di Darwin, che si è autodefinito amante del rischio, dopo aver passato 20 minuti immerso con i coccodrilli.

“Ho nuotato con gli squali, con le razze, con le murene ... ma mai così da vicino. E’ stimolante trovarsi così vicino a un coccodrillo di quelle dimensioni”.

I coccodrilli d‘acqua salata sono la specie di coccodrillo più grande: i maschi crescono in lunghezza fino a 6 metri e raggiungono una tonnellata di peso.

Si trovano in tutto il Sudest asiatico ma sono concentrati soprattutto nel nord dell‘Australia.

Michael Scott, che ha aperto l‘attrazione in luglio, ha detto che c’è una fortissima domanda per sperimentare questo brivido da 83 dollari che ospita anche un coccodrillo celebre, Burt, lungo 5,1 metri e star del film australiano “Crocodile Dundee”.

“Nei Territori del Nord il coccodrillo marino è un‘icona ed è parte della nostra vita. Si sente spesso di coccodrilli che sono stati trovati nella piscina di qualcuno, o che hanno ucciso il cavallo di qualcun altro”, ha detto Scott a Reuters.

Comunque, ha continuato, la “gabbia della morte” non è consigliabile alle persone deboli di cuore, ma è adatta a coloro che amano il pericolo e le attività come il bungee jumping e le immersioni con gli squali.

Anche se questi animali sono pericolosi, in Australia gli attacchi mortali agli umani sono piuttosto rari, circa uno o due episodi all‘anno, e ci sono cartelli di pericolo disposti sulle spiagge e in riva a laghi e fiumi abitati dai coccodrilli.

Il caso più recente si è registrato il mese scorso nel Queensland, quando sono stati trovati nella pancia di un coccodrillo quelli che si è pensato fossero i resti di un uomo britannico. Arthur Booker, 62 anni, era stato visto l‘ultima volta mentre cercava conchiglie sulla riva di un fiume infestato dai coccodrilli nella parte settentrionale dello stato.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below