Olimpiadi, Tokyo teme fattore Obama su candidatura Giochi 2016

mercoledì 5 novembre 2008 13:38
 

TOKYO (Reuters) - I funzionari olimpici giapponesi temono che la vittoria di Barack Obama alle elezioni presidenziali degli Stati Uniti possa danneggiare la candidatura di Tokyo per ospitare i Giochi del 2016.

Il Comitato olimpico giapponese sospetta che la vittoria di Obama possa dare alla sua città natale Chicago un massiccio vantaggio nel processo di selezione delle candidature.

"Mi chiedo come reagiranno i membri del Cio (Comitato olimpico internazionale) quando Obama apparirà per presentare Chicago", ha detto oggi Tsunekazu Takeda, capo del Comitato olimpico giapponese ai media locali.

Tokyo, la prima città asiatica ad ospitare le Olimpiadi nel 1964, è in competizione con Chicago, Madrid e Rio de Janeiro per aggiudicarsi i Giochi Estivi dopo Londra 2012.

"Obama è bravo nei discorsi ed è molto popolare", ha detto Tomiaki Fukuda, membro del Comitato Olimpico giapponese. "Potrebbe essere un problema per il Giappone".

Il capo del comitato di candidatura di Tokyo 2016, Ichiro Kono, si è espresso con toni meno cupi. "Non è stata una sorpresa", ha detto. "Abbiamo ancora del lavoro da fare. E' una cosa positiva che un sostenitore del movimento olimpico sia diventato presidente".

L'elezione della città che ospiterà i Giochi del 2016 avverrà a ottobre dell'anno prossimo nella sessione del Cio a Copenhagen.

 
<p>Le squadre di softball giapponese (oro), statunitense (argento) e australiana (bronzo) insieme dietro la scritta "2016" formata da palline da gioco, durante le Olimpiadi di Pechino 2008. REUTERS/Danny Moloshok</p>