Scienza, scoperti geni che aumentano rischio cancro ai polmoni

lunedì 3 novembre 2008 12:44
 

di Michael Kahn

LONDRA (Reuters) - Un team di ricercatori internazionali ha identificato due variazioni genetiche che potrebbero aumentare fino al 60% il rischio di sviluppare il cancro ai polmoni in una scoperta che vale anche per i non fumatori.

"Stiamo esaminando alcune differenze nel Dna che rendono una persone più o meno incline a sviluppare un tumore ai polmoni", ha detto Paul Brennan, epidemiologo dell'International Agency for Research on Cancer, che dipende dall'Organizzazione mondiale della sanità.

Il cancro ai polmoni è la principale causa di morte per tumore negli uomini e la seconda tra le donne su scala mondiale, secondo l'American Cancer Society. Le stime parlano di 975.000 decessi tra gli uomini e 376.000 tra le donne ogni anno per questa causa.

Il fumo è il principale fattore di rischio, ma gli scienziati stanno sempre di più ricercando cause genetiche del perché alcuni fumatori di lungo corso non sviluppino la malattia, mentre persone che non hanno mai fumato sì.

Lo studio pubblicato dalla rivista Nature Genetics comprende ricerche effettuate in 18 paesi in cui si sono analizzate le mutazioni genetiche in oltre 15.000 persone, 6.000 delle quali con tumore ai polmoni e 9.000 senza.

I ricercatori hanno individuato una regione nel quinto cromosoma che contiene due geni -- Tert e Crr9 -- dove ritengono che le variazioni possano aumentare fino al 60% le probabilità di sviluppare un cancro ai polmoni.

Non molto si sa del Crr9, ma l'individuazione del Tert è molto promettente, perché esso attiva un enzima chiamato telomerase, che è la chiave dell'invecchiamento e del cancro, ha detto Brennan.

Il tumore è provocato da difetti nel Dna, la struttura genetica. Tutti i cromosomi, che portano il Dna, hanno estremità chiamate telomeri. Ogni volta che una cellula si divide, questi telomeri diventano un po' più sfilacciati. Quando sono troppo consunti, la cellula muore.

Ma quando le cellule diventano cancerogene, producono il telomerase, che ha il potere di rinnovare i telomeri e lasciare che le cellule si riproducano senza controllo, formando alla fine una massa tumorale.

Studiare l'implicazione del gene Tert in uno specifico cancro, può aiutare a capire come il tumore si sviluppi e favorire la creazione di nuovi farmaci per fermarlo, ha detto Brennan.