Vaticano, da studiosi Islam piano per gestire crisi religiose

lunedì 3 novembre 2008 15:33
 

di Tom Heneghan

CITTA' DEL VATICANO (Reuters) - Gli studiosi musulmani, che in settimana incontreranno Papa Benedetto XVI e alcuni esponenti della chiesa cattolica, sperano che il Vaticano aderirà al piano per la gestione di emergenze religiose messo a punto per placare le tensioni tra il mondo cristiano e l'Islam.

Secondo gli studiosi, infatti, le violente proteste nel mondo islamico suscitate dalle vignette danesi sul profeta Maometto si sarebbero potute evitare se cristiani e musulmani si fossero pronunciati congiuntamente contro quanto accaduto e contro la provocazione che si nascondeva dietro.

Questa è soltanto una delle proposte per raggiungere una migliore collaborazione tra le due religioni che il gruppo "Common Word" -- che riunisce leader musulmani e studiosi che cercano di instaurare il dialogo tra le due religioni -- presenterà ai colloqui che si terranno da domani al 6 novembre.

"Dobbiamo mettere a punto un meccanismo per reagire a eventuali crisi in modo che se ci fosse un'altra emergenza simile a quella creatasi a causa delle vignette danesi, ne potremo parlare assieme e fare una dichiarazione congiunta", ha spiegato Ibrahim Kalin, studioso di Islam proveniente dalla Turchia, e che è il portavoce del gruppo.

Secondo quanto riferito da Sohail Nakhooda, membro della delegazione, gli studiosi di Islam vorrebbero anche esprimersi congiuntamente su argomenti come la persecuzione di matrice religiosa contro la minoranza cristiana in Iraq. "Dobbiamo vigilare", ha detto lo studioso, che è anche editor della rivista "Islamica".

Il manifesto del gruppo "Common Word", che invita le chiese cristiane a un rinnovato dialogo interreligioso fondato sui principi condivisi dell'amore di Dio e del prossimo, è stato diffuso nell'ottobre del 2007 anche in risposta al discorso a Regensburg di un anno prima in cui il Pontefice parlò dell'Islam come di una religione violenta e irrazionale.

In una serie di incontri quest'anno con la maggior parte dei leader protestanti, i delegati di "Common Word" hanno proposto dei momenti di dialogo, degli scambi di studenti e hanno consigliato una serie di letture per aiutare cristiani e musulmani a conoscere più a fondo gli uni la religione degli altri.

 
<p>Vaticano, da studiosi Islam piano per gestire crisi religiose. REUTERS/Athar Hussain</p>