Graffiti, governo rinuncia a decreto

venerdì 31 ottobre 2008 12:14
 

ROMA (Reuters) - Il consiglio dei ministri non ha varato misure urgenti contro le scritte sui muri delle città, ma norme più severe contro i writers potrebbero rientrare in un emendamento al 'pacchetto sicurezza' in discussione al Parlamento. Lo ha detto il ministro dell'Ambiente, Stefania Prestigiacomo.

"Il governo ha ritenuto che queste norme possano fare oggetto di un emendamento al pacchetto sicurezza", ha detto oggi Prestigiacomo al termine del consiglio dei ministri, da cui erano attese misure contro i graffiti.

Al Senato è in discussione un disegno di legge sulla sicurezza, l'ultimo tassello di un sistema di norme anti-criminalità già in parte approvate entro l'estate.

 
<p>Graffiti in una strada in una foto d'archivio. REUTERS/Nir Elias</p>