F1, Fia dice che cda Ferrari è disinformato su motore unico

martedì 28 ottobre 2008 18:54
 

di Mark Meadows

MILANO (Reuters) - Il consiglio di amministrazione della Ferrari non era bene informato quando ha minacciato di abbandonare la Formula Uno se dovessero andare avanti i piani per introdurre il motore unico in tutte le scuderie dal 2010. Lo ha detto oggi la Fia, l'Organismo che controlla la Formula Uno.

Ieri il cda Ferrari aveva annunciato di voler rivedere la propria presenza in Formula Uno se fossero proseguiti i piani, visto che "priverebbero la Formula Uno della sua stessa ragion d'essere" in uno sport in cui la competizione è un elemento fondamentale.

Sulla stessa linea della Ferrari, anche Toyota aveva detto che avrebbe vagliato l'ipotesi di abbandonare la Formula Uno se la proposta si fosse concretizzata.

La Fia dal canto suo ha cercato di buttare acqua sul fuoco.

"Sembra che il cda della Ferrari sia disinformato", ha detto l'organismo in una nota.

"La Fia ha offerto ai team tre opzioni, una soprannominata motore unico e un'altra che potrebbe garantire una fornitura di un motore comune da parte dei costruttori ai team indipendenti per spendere meno di 5 milioni di euro".

Il presidente della Ferrari, Luca di Montezemolo, che è a capo anche della Fota, l'Associazione delle scuderie di Formula Uno, recentemente ha incontrato il numero uno della Fia, Max Mosley, per discutere delle misure per ridurre i costi rese necessarie a causa della crisi finanziaria globale.