F1, Ferrari minaccia abbandono in caso di motore unico

lunedì 27 ottobre 2008 21:58
 

di Mark Meadows

MILANO (Reuters) - La Ferrari rivedrà la propria partecipazione in Formula Uno, se il progetto di introdurre un motore unico per tutte le scuderie dal 2010 andrà avanti.

Lo afferma il gruppo in una nota dopo il cda odierno.

All'inizio del mese la Fia, l'organo di controllo della Formula Uno, ha detto di avere intenzione di portare avanti la nuova regola per ridurre i costi.

"Il Consiglio pur confermando il suo pieno impegno per una sostanziale e necessaria riduzione dei costi a partire dai propulsori, ha tuttavia espresso forte preoccupazione circa i progetti di equalizzazione o standardizzazione dei motori, che priverebbero la Formula Uno della sua stessa ragion d'essere, basata su competizione e sviluppo tecnologico", si legge nella nota.

"Qualora questi elementi venissero meno, il consiglio di amministrazione si è riservato di valutare, insieme ai propri partner, l'opportunità di mantenere la propria presenza in questa disciplina", si legge ancora nella nota.

Ferrari, controllata da Fiat, lo scorso anno ha vinto il campionato mondiale dei costruttori e il pilota della scuderia Kimi Raikkonen ha vinto il titolo dei piloti.

Il suo compagno Felipe Massa è in corsa per vincere il titolo quest'anno e domenica prossima si disputerà l'ultimo Gran Premio della stagione. In tasta alla classifica c'è il pilota britannico della McLaren Lewis Hamilton.

 
<p>La Ferrari di Felipe Massa. REUTERS/Nir Elias</p>