Spazio, rientrata sulla Terra navicella con turista americano

venerdì 24 ottobre 2008 09:50
 

VICINO AD ARKALYK, Kazakistan (Reuters) - Una capsula Soyuz con a bordo un turista spaziale statunitense e due russi è atterrata ieri senza problemi in Kazakistan, dopo una serie di rientri difficili che avevano sollevato dubbi sulla sicurezza del velivolo.

"Mi sento alla grande. Mi sento molto bene. Il rientro è stato perfetto", ha detto a Reuters dopo essere stato estratto dalla capsula un sorridente Richard Garriott, che ha pagato 35 milioni di dollari per il suo viaggio di 12 giorni nello spazio.

Annerita dal rientro nell'atmosfera terrestre, la capsula ha frenato la discesa con un paracadute e accendendo speciali motori per attutire l'atterraggio, avvenuto alle 5.36 italiane come previsto, in un campo circa 80 chilometri a nord della cittadina di Arkalyk.

"Non ricordo un atterraggio perfetto come questo", ha detto ai giornalisti a Mosca Anatoly Perminov, numero uno dell'agenzia spaziale russa Roskosmos.

Garriott, un magnate dell'industria dei videogame americana, è tornato dalla Stazione spaziale internazionale (Iss) assieme ai cosmonauti russi Sergei Volkov e Oleg Kononenko.

 
<p>L'atterraggio della navicella russa Soyuz in Kazakhistan. REUTERS/Dmitry Kostyukov/Pool</p>