Salute, rischio maggiore d'ingrassare per chi mangia velocemente

mercoledì 22 ottobre 2008 10:58
 

LONDRA (Reuters) - Le persone che mangiano rapidamente fino a che non sono sazie hanno un rischio di tre volte superiore rispetto alle altre di essere sovrappeso, un problema che è accentuato dalla larga presenza di fast food e dal declino dell'abitudine di cenare normalmente. Lo dice uno studio condotto da ricercatori giapponesi e reso noto oggi.

I risultati della ricerca, pubblicati nel bollettino "British Medical Journal", mettono in luce come gli stili alimentari, e non solo quanto e cosa si mangia, possono contribuire al una contagiosa obesità, alimentata dalla diffusione del benessere di tipo occidentale in molte parti del mondo.

L'Organizzazione Mondiale della Sanità ritiene che 400 milioni di persone siano obese, compresi 20 milioni di bimbi con meno di 5 anni. Questa condizione aumenta il rischio di contrarre malattie come il diabete di tipo 2 e problemi cardiaci.

Per il loro studio, Hiroyasu Iso e i suoi colleghi della Osaka University hanno intervistato sulle loro abitudini alimentari oltre 3.000 volontari giapponesi tra i 30 e i 69 anni. La metà degli uomini e un po' più di donne hanno detto di mangiare fino a che non sono pieni. Circa il 45% degli uomini e il 36% delle donne dicono di mangiare rapidamente.

Quelli che dicono di mangiare fino alla sazietà e di mangiare rapidamente rischiano probabilmente di diventare grassi tre volte di più di coloro che "non mangiano fino a essere pieni e non mangiano rapidamente", hanno scoperto i ricercatori.

Lo studio cita come cause sia la disponibilità di cibo a basso costo in grandi porzioni che abitudini come guardare la tv mentre si mangia. Per contrastare questo "effetto sopradditivo" dell'assunzione rapida del cibo tra i bimbi che rischiano di diventare obesi, i genitori dovrebbero incoraggiarli a mangiare lentamente e in un ambiente tranquillo, dice lo studio.

 
<p>Un uomo in sovrappeso. REUTERS/Toby Melville</p>