Musica, John Legend racconta la sua evoluzione nel soul

lunedì 20 ottobre 2008 16:56
 

di Ilaria Polleschi

MILANO (Reuters) - E' considerato uno dei nuovi ambasciatore del soul, ha all'attivo cinque Grammy e ora John Legend torna con il suo terzo disco, pronto a raccontarsi e a partire per un tour mondiale il mese prossimo, che a marzo lo porterà anche in Italia.

Cantautore, talentuoso pianista, Legend nel suo nuovo "Evolver" racconta i suoi cambiamenti come uomo e come musicista.

"Volevo far capire da subito che è un disco diverso dai due precedenti", ha raccontato oggi in un incontro con la stampa a Milano, spiegando il titolo. "Penso che sia diverso musicalmente, nel sound, nelle scelte di produzione, nei sentimenti. Anche se io essenzialmente sono sempre lo stesso", ha sottolineato.

"Certo sono cresciuto, ho provato nuove esperienze, forse sono più fiducioso, più felice, ma fondamentalmente sono sempre io", ha raccontato ancora Legend, 30 anni il prossimo dicembre e già cinque milioni di dischi venduti in tutto il mondo, con successi con brani come "Ordinary people" e "Save room".

Tra le 15 tracce dell'album, spicca il duetto di "Green light" con il rapper Andre 3000 degli Outkast, che è solo una delle tante collaborazioni realizzate per questo disco, come quella con Kanye West in "It's over" e con Buju Banton in "Can't be my lover". "Ognuno è stato scelto perché era perfetto per quel brano", ha spiegato.

Nel disco si parla anche di sociale, con il brano "If you're out there", che Legend ha presentato la prima volta ad agosto, durante la convention dei Democratici che ha designato Barack Obama come candidato per la corsa alla Casa Bianca del prossimo 4 novembre.

"Voterò per lui, perché è un comunicatore speciale, un politico speciale, un leader speciale", ha sottolineato ancora.

Mentre si prepara al suo nuovo tour mondiale, che partirà da metà novembre negli Usa e lo porterà un po' ovunque, compresa l'Italia a marzo con un tappa a Milano e in qualche altra città, Legend continua anche con il suo impegno per l'Africa e il suo progetto "Show me campaign", lanciato nel 2007, con l'obiettivo di combattere la povertà e promuovere lo sviluppo sostenibile.

La campagna ha adottato un villaggio nella Tanzania occidentale, con l'obiettivo di sollevarlo dalla povertà estrema in cinque anni.