Esercizio aerobico fa ringiovanire cervello, dicono studiosi

sabato 18 ottobre 2008 18:11
 

NEW YORK (Reuters) - Il regolare esercizio aerobico non solo frena il declino delle funzioni cerebrali spesso provocate dall'invecchiamento, può anche far andare all'indietro l'orologio dell'invecchiamento del cervello. E' quanto affermano due esperti sulla base di una revisione di studi pubblicati

Il deterioramento legato all'invecchiamento coinvolge una serie di funzioni importanti e rende più difficile prevedere, programmare, svolgere lavori di memoria e multifunzionali, dicono i dottori Arthur F. Kramer e Kirk I. Erickson, nell'ultimo numero del British Journal of Sports Medicine.

Una parte sostanziale della ricerca dimostra come questi processi sono quelli più influenzabili dall'esercizio fisico, dicono gli autori della University of Illinois (Beckman Institute) di Urbana.

Nelle persone che avvertono sintomi di demenza senile, morbo dir Alzheimer, come in quelle che non ne hanno, un regolare e moderato esercizio fisico, sufficiente a mettere in affanno il respiro, non solo si dimostra capace di accelerare velocità e finezza di pensiero a migliora anche il volume del tessuto cerebrale ed il modo in cui il cervello funziona, dicono Kramer ed Erickson.

Ad esempio, in uno studio di sei mesi Kramer ed i colleghi hanno esaminato un gruppo di adulti tra i 60 e 75 anni che camminano speditamente per 45 minuti al giorno tre giorni alla settimana non solo migliorano le loro prestazioni aerobiche ma anche la salute mentale, in particolare l'abilità di svolgere funzioni pratiche, rispetto ad un gruppo che ha svolto solo stretching non aerobico ed esercizi tonificanti.

Questi risultati suggeriscono che un regolare moderato esercizio aerobico possa "credibilmente invertire il declino cognitivo legato all'invecchiamento", hanno scritto Kramer ed Erickson, ed il cervello mantiene la sua capacità di crescere e svilupparsi.

 
<p>Immagine di archivio di atlete impegnate in esercizi di aerobica. REUTERS/Issei Kato</p>