Camorra, pentito smentisce piano attentato contro Saviano

mercoledì 15 ottobre 2008 20:11
 

NAPOLI (Reuters) - Carmine Schiavone, cugino del boss dei Casalesi Francesco Schiavone, ha negato oggi di aver mai saputo di un piano di un agguato contro lo scrittore Roberto Saviano, nel mirino di clan camorristici per il suo bestseller "Gomorra".

Lo riferisce una fonte della procura di Napoli.

Schiavone, pentito, è stato interrogato dalla Direzione distrettuale antimafia in una località segreta oggi pomeriggio.

La Dda aveva disposto un'indagine per verificare la fondatezza della segnalazione attribuita a Schiavone e che sarebbe stata raccolta da un funzionario di polizia.

Saviano, 28 anni, da due anni circa vive sotto scorta per il clamore internazionale suscitato dal suo libro, diventato anche un film, che ha portato alla luce gli intrighi criminosi dei clan camorristici in Campania.

In un colloquio con Repubblica oggi lo scrittore ha detto di voler lasciare l'Italia "almeno per un periodo" e di considerarsi "prigioniero" del suo libro.