Cercare su Internet aiuta ad allenare il cervello, dice studio

mercoledì 15 ottobre 2008 10:07
 

LOS ANGELES (Reuters) - Effettuare ricerche su Internet potrebbe aiutare le persone di mezza età e anziane a tenere in esercizio la propria memoria. E' quanto affermano ricercatori Usa.

Scienziati della University of California Los Angeles hanno studiato persone che stavano facendo ricerche sul web tenendo sotto controllo la loro attività cerebrale con un apparecchio per la risonanza magnetica.

"Quel che abbiamo riscontrato è che le persone che hanno esperienza di Internet usano una parte maggiore del proprio cervello nel corso della ricerca", ha detto nel corso di un'intervista telefonica il dottor Gary Small, esperto UCLA dell'invecchiamento.

"Questo lascia supporre che il solo fatto di far ricerca su Internet possa allenare il cervello, lo tenga attivo e in salute", ha detto Small, la cui ricerca è apparsa sull'American Journal of Geriatric Psychiatry.

Molti studi hanno riscontrato che giochi che mettono alla prova le capacità mentali come i puzzle possono preservare le funzioni cerebrali, ma pochi hanno esaminato il ruolo che può svolgere Internet.

"Questa è la prima volta che qualcuno ha simulato una ricerca su Internet durante un esame del cervello", ha detto Small. Il suo gruppo ha studiato 24 normali volontari tra i 55 e 76 anni. La metà aveva esperienza nella ricerca su Internet, l'altra metà no. Per il resto il gruppo era molto omogeneo come età, sesso e cultura. A entrambi gruppi è stato chiesto di effettuare una ricerca online e di leggere un libro mentre al loro attività cerebrale veniva monitorata.

"Abbiamo osservato che nel leggere un libro viene attivata la corteccia visuale, la parte del cervello che controlla la lettura ed il linguaggio. Nel fare ricerca su Internet c'è un'attività molto maggiore ma solo nel gruppo che ha esperienza di Internet".

Sembra insomma che le persone che hanno confidenza con il web possano impegnare un livello molto più alto di attività cerebrale.

Nei cervelli anziani, atrofia e ridotte attività delle cellule possono condizionale le capacità cognitive. Attività che tengono impegnato il cervello possono preservarne la salute e le capacità di pensare. Imparare piccole cose per far ricerca su Internet potrebbe essere una di queste attività. "Ci dice che probabilmente possiamo insegnare ad un cervello vecchio nuovi trucchi di Internet", dice Small.