Cina, tifoso si fa monaco contro sospensione calciatore

martedì 14 ottobre 2008 12:57
 

PECHINO (Reuters) - Il più famoso sostenitore di una squadra di calcio cinese ha deciso di farsi monaco dopo che, il mese scorso, la sua squadra si è ritirata dal campionato del Paese in segno di protesta per la sospensione del suo migliore giocatore.

La Wuhan Guanggu, la squadra della città di Wuhan, ha detto che farà causa alla Lega calcio cinese dopo che l'associazione ha sospeso l'ex capitano della Cina, Li Weifeng, per otto partite per gioco irregolare nel corso di un incontro con la squadra di Pechino del Guo'an.

La contestata decisione ha spinto decine di migliaia di tifosi arrabbiati a organizzare una manifestazione di protesta a Wuhan all'inizio del mese.

Tra le reazioni suscitate dalla decisione della Lega calcio cinese c'è anche quella di un abitante di Wuhan, Mei Nansheng, che ha deciso di fare le valigie per andare a vivere nel tempio buddista di Shaolin, secondo quanto riferito dal portale Internet Jingchu (www.cnhubei.com).

Il calcio è uno degli sport più popolari in Cina e la Nazionale cinese, costantemente criticata dai media locali e dai tifosi per non essere all'altezza delle loro aspettative a livello internazionale, all'inizio dell'anno è stata eliminata dalle qualificazioni per l'Asia in vista dei Mondiali del 2010.

Mei ha spiegato al sito Internet Jingchu che diventerà un monaco a tempo pieno.

"Andrò al tempio di Shaolin per vivere un'esistenza pacifica", ha detto.