Usa, l'industria del caro estinto resiste alla crisi economica

martedì 14 ottobre 2008 11:04
 

ORLANDO, Florida (Reuters) - Il business resta solido per l'industria funeraria Usa, con i consumatori che nonostante i timori per l'economia vogliono spesso garantire ai loro cari un addio costoso.

"Tutti sono colpiti dall'economia. Ma la gente muore. Tutti finiscono all'obitorio", spiega Bob Hanson, che vende assicurazioni funerarie pre-pagate per una società dell'Idaho, parlando a margine del meeting della National Funeral Directors Association a Orlando.

Secondo l'associazione, i funerali sono un'industria da 11 miliardi di dollari negli Stati Uniti e si prevede che il tasso di mortalità Usa aumenterà dagli otto morti su mille del 2007 ai 9,3 su mille nel 2020 e a 10,9 su mille nel 2040.

La portavoce Jessica Koth spiega che l'industria non segue il tipico trend di spesa e nella maggior parte dei casi, le società che hanno partecipato al meeting hanno detto che gli affari tengono e sono anzi cresciuti per alcuni prodotti di nicchia.

Fortress Mausoleums vende tombe con un prezzo che varia dai 5.000 ai 15.000 dollari, ma è proprio il modello più costoso da 15.000 per due persone quello più venduto.

"Il nostro business sta andando meglio che mai", sottolinea il co-proprietario di Fortress, Don Magallanes.

Anche i fornitori più tradizionali spiegano che il business è in pari all'anno scorso.

Per chi vuole un funerale firmato, Eternal Image lo scorso anno ha iniziato a vendere elemetti e urne con il logo delle squadre della Major League di baseball oltre a quello di varie università e dell'accademia militare di West Point.

In vendita ci sono anche prodotti con il marchio della biblioteca vaticana, dell'American Kennel Association, di Star Trek e di altri serial tv.

"Poiché siamo di nicchia, stiamo crescendo. Non abbiamo avuto conseguenze (dall'economia). Abbiamo anche deciso di presentare nuovi prodotti", spiega Nick Popravsky, vice presidente di vendite e marketing di Eternal Image.

 
<p>Usa, l'industria del caro estinto resiste alla crisi economica. REUTERS/Carlos Barria</p>