Studio:considerare matematica "da secchioni" fa male all'America

venerdì 10 ottobre 2008 15:46
 

WASHINGTON (Reuters) - Gli americani forse trovano divertente prendere in giro le ragazze che eccellono in matematica, ma questo modo di fare sta privando gli Stati Uniti dei suoi migliori talenti.

E' quanto hanno riportato oggi alcuni ricercatori, secondo i quali, mentre le ragazze possono essere portate quanto i loro coetanei maschi per questa disciplina, alcune vengono distolte dallo studio di equazioni e algoritmi dalla derisione e l'ostracismo a opera dei loro compagni.

"La cultura statunitense che scoraggia le ragazze sta scoraggiando anche i ragazzi", ha detto in una nota Janet Mertz, docente all'Università del Wisconsin-Madison che ha condotto lo studio.

"La situazione sta diventando urgente. I dati mostrano che la maggior parte dei migliori giovani matematici che lavorano in questo paese non sono nati qui (negli Stati Uniti)".

Mertz e colleghi hanno descritto la loro analisi, che si basa sui dati delle competizioni internazionali di matematica dal 1974 ad oggi e su sondaggi condotti sugli studenti statunitensi, su Notices of the American Mathematical Society.

"Nel contesto scolastico Usa è considerato da secchioni fare matematica per passatempo, e questo può portare a una sorta di ostracismo sociale. Di conseguenza, le ragazze dotate, ancora più dei ragazzi, di solito nascondono il loro talento per essere accettate dai loro pari", hanno scritto.

I ricercatori hanno anche messo in discussione l'opinione diffusa secondo cui le donne mancano di particolari attitudini in questa materia.

"L'attitudine innata alla matematica è probabilmente equidistribuita in tutto il mondo, a prescindere da razza e genere", ha detto Titu Andreescu dell'Università del Texas di Dallas, che ha collaborato alla ricerca. "Le grandi differenze riscontrate nei livelli di apprendimento sono più probabilmente dovute ad attributi socio-culturali specifici di ogni nazione".

Secondo lo studio, solo il 20% delle ragazze iscritte alla facoltà di matematica delle cinque migliori università americane, sono nate negli Stati Uniti.