Qualificazioni Mondiali calcio, ct Brasile: Kakà sia se stesso

mercoledì 8 ottobre 2008 11:20
 

SAN PAOLO (Reuters) - Il calciatore brasiliano Kakà dovrà essere solamente se stesso e giocare nel modo più naturale possibile quando farà il suo ritorno a livello internazionale domenica prossima dopo un'assenza di 11 mesi.

E' il consiglio che gli ha dato l'allenatore brasiliano Dunga.

Quest'anno il giocatore del Milan ha avuto diversi problemi fisici che lo hanno costretto a saltare tutte le partite del Brasile.

"Tutti vogliamo poter contare su Kakà ma sfortunatamente è rimasto fuori per un po' a causa degli infortuni", ha spiegato Dunga ai giornalisti dal campo di allenamento della nazionale nella località di montagna di Teresopolis.

"Spero che Kakà sarà Kakà, niente più", ha aggiunto Donga.

"Non ho avuto bisogno di parlargli perché non abbiamo alcun problema", ha aggiunto l'allenatore rispondendo alle domande dei cronisti.

La nazionale brasiliana ha bisogno di vincere per allentare la pressione sul suo allenatore dopo una serie di risultati poco soddisfacenti.

Il Brasile -- l'unico Paese che ha giocato in tutte le edizioni dei Mondiali -- è al secondo posto nel gruppo di qualificazione delle dieci squadre sudamericane.

 
<p>Il giocatore del Milan Kak&agrave;. REUTERS/Alessandro Garofalo</p>