Yoko Ono ed Emi rinunciano a causa su canzone John Lennon

mercoledì 8 ottobre 2008 10:12
 

(Reuters) - La vedova di John Lennon, Yoko Ono, e la Emi Records, la quarta compagnia discografica al mondo, hanno rinunciato alla denuncia per violazione della legge sui diritti d'autore contro gli autori di un documentario che avevano usato una parte della canzone "Imagine" senza autorizzazione.

La notizia è stata annunciata ieri sera da un comunicato del Fair Use Projects presso la Scuola di legge di Stanford.

La rinuncia all'azione legale fa seguito ai tentativi senza successo di Yoko Ono presso un tribunale federale e di Emi in un tribunale statale di far ritirare il documentario della Premise Media, "Expelled: No Intelligence Allowed," per l'uso di 15 secondi della canzone.

"Pensiamo fosse chiaro dall'inizio che i nostri clienti avevano tutto il diritto di usare un passaggio di 'Imagine' come hanno fatto, e siamo felici di aver rivendicato quel diritto", ha detto nel comunicato Anthony Falzone, un docente di legge di Stanford che è anche principale consigliere giuridico della Premise nella vicenda.

Il documentario parla della presunta discriminazione contro scienziati e insegnanti che sostengono il cosiddetto "disegno intelligente della creazione" in alternativa alla teoria dell'evoluzione di Darwin.

Nel suo blog, Falzone dice che la canzone non comparirà comunque nella versione in dvd del documentario, perché la rinuncia al tribunale è giunta troppo tardi.

 
<p>Yoko Ono ed Emi rinunciano a causa su canzone John Lennon. REUTERS/Steve Marcus</p>