Nobel Fisica 2008 a un americano e a due giapponesi

martedì 7 ottobre 2008 15:50
 

STOCCOLMA (Reuters) - Il premio Nobel 2008 per la Fisica è stato assegnato allo statunitense Yoichiro Nambu e ai giapponesi Makoto Kobayashi e Toshihide Maskawa per le loro ricerche sulla fisica sub-atomica.

Lo ha annunciato la commissione che assegna il prestigioso riconoscimento.

A Nambu, nato nel 1921 e di origine giapponese, è andata la metà del premio del valore complessivo di 10 milioni di corone svedesi (un milione di euro) per la sua scoperta del meccanismo di "rottura spontanea della simmetria nella fisica sub-atomica".

Makoto Kobayashi, 64 anni, e Toshihide Maskawa, 68, dovranno spartirsi la restante metà del premio per "la scoperta dell'origine della rottura della simmetria che prevede l'esistenza di almeno tre famiglie di quark in natura".

"Il fatto che il nostro mondo non si comporti in modo perfettamente simmetrico è dovuto alle deviazioni della simmetria a livello microscopico", ha spiegato il comitato in una nota in cui ha sottolineato l'importanza delle ricerche premiate.

"Dal 1960, Yoichiro Nambu ha formulato la sua descrizione matematica della rottura spontanea della simmetria nella fisica delle particelle elementari", ha precisato la nota, aggiungendo che la scoperta si è rivelata "estremamente utile".

"MODELLO STANDARD"

La ricerca di Yoichiro Nambu, professore emerito all'Università di Chicago, si inserisce all'interno del cosiddetto "modello Standard", una teoria che descrive le interazioni e l'insieme delle particelle elementari che costituiscono la materia.

Makoto Kobayashi e Toshihide Maskawa sono stati premiati per le esperienze che hanno portato alla teorizzazione nel 1972 della simmetria rotta, un fenomeno che "sembra essere esistito in natura dall'origine dell'universo".   Continua...

 
<p>Uno dei tre vincitori del premio Nobel per la Fisica, Yoichiro Nambu dell'universit&agrave; di Chicago. REUTERS/John Gress</p>