Napolitano:no a razzismo,nuova tensione morale economia,politica

sabato 4 ottobre 2008 12:42
 

ROMA (Reuters) - Il capo dello Stato Giorgio Napolitano oggi ha detto "no" al razzismo, in occasione della visita del Papa al Quirinale, e ha auspicato che si trovi una nuova "tensione ideale e morale" nella politica e nell'economia.

Nel discorso pronunciato in occasione della visita di Benedetto XVI, Napolitano ha sottolineato la necessità "della solidarietà, cui non possono restare estranee, anche dinanzi alle questioni più complesse, come quella delle migrazioni verso l'Europa, le responsabilità e le scelte dei governi".

Questo implica il "superamento del razzismo", ha aggiunto Napolitano, dopo che nei giorni scorsi sono venuti alla ribalta in Italia una serie di episodi che hanno visto cittadini extracomunitari vittime di comportamenti fortemente discriminatori.

Il capo dello Stato ha poi parlato di una "emergenza educativa" superabile con "una grande ripresa di tensione ideale e morale", necessaria anche per superare l'attuale crisi mondiale che, secondo Napolitano, lascia emergere "i guasti di una corrosiva caduta dell'etica nell'economia e nella politica".

 
<p>Il capo dello Stato Giorgio Napolitano. REUTERS/Tony Gentile</p>