Papa: contraccezione nega lo scopo del matrimonio

venerdì 3 ottobre 2008 11:53
 

CITTA' DEL VATICANO (Reuters) - Papa Benedetto XVI ha detto oggi che i metodi contraccettivi negano lo scopo ultimo del matrimonio, intervenendo con un messaggio al congresso per il 40esimo anniversario dell'enciclica "Humanae vitae" che si tiene oggi e domani a Roma.

"La possibilità di procreare una nuova vita umana è inclusa nell'integrale donazione dei coniugi (...) Escludere questa dimensione comunicativa mediante un'azione che miri ad impedire la procreazione significa negare la verità intima dell'amore sponsale, con cui si comunica il dono divino", scrive il Papa nel suo messaggio.

Il Pontefice, tuttavia, ammette che "nel cammino della coppia possono verificarsi delle circostanze gravi che rendono prudente distanziare le nascite dei figli o addirittura sospenderle".

"E' qui che la conoscenza dei ritmi naturali di fertilità della donna diventa importante per la vita dei coniugi", spiega Papa Ratzinger, aggiungendo che i metodi di osservazione, che permettono alla coppia di determinare i periodi di fertilità, "le consentono di amministrare quanto il Creatore ha sapientemente iscritto nella natura umana, senza turbare l'integro significato della donazione sessuale".

Intervenendo sul tema della contraccezione, lo scorso luglio più di 50 gruppi cattolici dissidenti hanno pubblicato una lettera aperta indirizzata al Papa chiedendo alla Chiesa di ritirare il suo divieto alla contraccezione, scrivendo che ha avuto effetti catastrofici.