Monicelli rinviato a giudizio per aver diffamato Gronchi

mercoledì 1 ottobre 2008 14:43
 

ROMA (Reuters) - Il regista Mario Monicelli è stato rinviato a giudizio con l'accusa di avere diffamato l'ex presidente della Repubblica Giovanni Gronchi, secondo quanto riferito oggi da fonti giudiziarie.

Nel 2007 Maria Cecilia Gronchi, figlia dell'ex presidente morto nel 1978, aveva denunciato Monicelli perché durante una trasmissione di RaiTre, e poi su un articolo del Riformista, aveva detto che Gronchi era corrotto e avrebbe venduto a privati delle sale cinematografiche di proprietà dello Stato, e che aveva messo in piedi una truffa con l'emissione del famoso francobollo raro "Gronchi rosa".

Stamani il giudice Orlando Villoni, accogliendo la richiesta del pm romano Angelantonio Racanelli, ha rinviato a giudizio il regista 93enne. Il processo è fissato per il prossimo 23 gennaio.