Morte Ledger, causa all'assicurazione che non paga polizza

martedì 30 settembre 2008 12:26
 

LOS ANGELES (Reuters) - La compagnia di assicurazione dell'attore Heath Ledger è stata citata a Los Angeles per non aver pagato la somma di 10 milioni di dollari che doveva corrispondere alla figlia dell'attore, scomparso a gennaio.

Secondo i documenti del tribunale, la compagnia si sarebbe giustificata dicendo che Ledger potrebbe essersi suicidato.

Il 28enne attore australiano - protagonista di film come "Brokeback Mountain" e "Il cavaliere oscuro" - è stato trovato morto nella sua abitazione di New York lo scorso gennaio: gli investigatori hanno parlato di morte per overdose di tranquillanti e di altre medicine.

Tuttavia gli avvocati della compagnia assicurativa ReliaStar, presso la quale Ledger aveva stipulato una polizza sulla vita nel 2007, hanno definito sospetta la morte dell'attore e hanno parlato di un possibile suicidio, il che annullerebbe la polizza, secondo quanto riferito dai documenti del tribunale diffusi sul sito Web TMZ.com.

La beneficiaria della polizza è Matilda Rose, la figlia di 3 anni avuta da Ledger con l'attrice Michelle Williams.

 
<p>L'attore australiano Heath Ledger in una foto del 2007 che lo ritrae assieme alla fidanzata Michelle Williams. REUTERS/Fred Prouser</p>