Londra istituisce autorità di controllo sul web per i bambini

lunedì 29 settembre 2008 12:34
 

LONDRA (Reuters) - Il governo britannico ha annunciato di aver istituito una nuova autorità di vigilanza sul web per tutelare i bambini da siti su suicidi, bullismo e pornografia. Il segretario agli Interni Jacqui Smith ha detto che si tratta della più grossa coalizione di istituzioni pubbliche e private per la salvaguardia online dei ragazzi.

Insegnerà loro i possibili pericoli, prenderà di mira i siti illegali con contenuti dannosi e stabilirà un codice di condotta per i siti che permettono agli utenti di postare propri videoclip o messaggi.

L'autorità, UK Council for Child Internet Safety (UKCCIS) perseguirà anche i giochi violenti e promuoverà le pubblicità online responsabili.

"Siamo decisi a fare tutto quel possiamo per assicurare che l'ambiente Internet sia sicuro per l'uso da parte di ragazzi", ha detto Smith in una dichiarazione i occasione del lancio dell'autorità nel centro di Londra.

I suoi 100 membri, che riporteranno direttamente al primo ministro Gordon Brown, comprendono BT, Facebook, Google, Microsoft e Vodafone. Un elenco completo all'indirizzo: www.dcsf.gov.uk/pns/pnattach/20080215/2.html.

Il governo sta subendo pressioni per l'adozione di misure che colpiscano i videogiochi violenti, i siti di bullismo e quelli che sembrano istigare al suicidio.

Lo scorso marzo, un rapporto della psicologa Tanya Byron aveva indicato una serie di misure da adottare a difesa dei minori, con un appello per l'istituzione di un consiglio di tutela. Il rapporto si trova all'indirizzo: www.dcsf.gov.uk/byronreview/ .