Ciclismo, perquisizioni nell'hotel di Schleck a Varese

sabato 27 settembre 2008 17:58
 

VARESE (Reuters) - I carabinieri hanno perquisito ieri sera l'hotel dove alloggia il corridore lussemburghese Frank Schleck a Varese, città che ospita i campionati del mondo di ciclismo.

L'operazione è stata condotta su richiesta del gip di Varese.

Alcune ore prima, Schleck aveva detto di essere stato convocato dall'agenzia anti-doping lussemburghese, dicendosi tranquillo sulla correttezza del suo operato.

Alcuni media hanno detto che il nome di Schleck è emerso nell'inchiesta "Operacion Puerto" sullo scandalo del doping in Spagna.

"Abbiamo aperto un fascicolo in bianco per ogni evenienza", ha detto ai giornalisti il procuratore della repubblica di Varese, Maurizio Grigo.

Un dipendente dell'albergo, che ha chiesto di restare anonimo, ha detto a Reuters che il raid è durato dalle 20 di ieri alle 4,30 del mattino.

Il presidente dell'Unione ciclistica internazionale (Uci) Pat McQuaid ha confermato la partecipazione di Schleck alla gara di domani.

"In questo momento correrà, non abbiamo elementi per fermrlo. Quello che penso e quali sono le regole sono una cosa diversa", ha detto McQuaid in conferenza stampa.

Ieri Schleck ha detto di avere "la coscienza tranquilla", di non essersi mai dopato e di non avere l'intenzione di farlo in futuro, né di aver mai fatto qualcosa di sbagliato nella sua carriera di ciclista professionista.   Continua...