Canada 2010, slogan da inno nazionale infiamma i Giochi

venerdì 26 settembre 2008 12:09
 

VANCOUVER, Canada (Reuters) - Gli organizzatori delle Olimpiadi invernali 2010 hanno negato di rivendicare diritti sull'inno nazionale canadese "O Canada", dopo aver chiesto il copyright sulla parte di esso che costituisce lo slogan ufficiale dei Giochi.

Il marchio sul verso inglese "with glowing hearts" ("con i cuori ardenti") e il francese "des plus brilliants exploits" ("delle più brillanti imprese") -- ha dichiarato il Comitato organizzatore di Vancouver (Vanoc) -- ha il fine di fermare l'uso improprio che ne possono fare aziende commerciali non associate ai Giochi.

Vanoc ha presentato lo slogan "With glowing hearts/Des plus brilliants exploits" durante una cerimonia presso la sua sede generale, a cui hanno partecipato diversi atleti olimpionici canadesi.

Il comitato ha precisato di non voler limitare l'uso pubblico della frase -- ad esempio cantando l'inno nazionale -- ma di essere preoccupato riguardo la vendita di biglietti falsi o altri articoli non originali ingannando i consumatori che, vedendo lo slogan, potrebbero pensare si tratti di vendite autorizzate.

Gli organizzatori sono stati già soggetti a critiche lo scorso anno per aver chiesto ai parlamentari canadesi di concedere al Vanoc speciali diritti d'autore inglesi e francesi per una serie di frasi e parole, tra cui, "Canada's Games" (Giochi del Canada), "2010", "Winter" (inverno) e "Gold" (oro).

I marchi servono a proteggere gli sponsor -- replicarono -- che sono una grande fonte di introiti per i Giochi.

Lo slogan, ha riferito un funzionario di Vanoc, è stato approvato dal Comitato internazionale per le Olimpiadi (Cio).