Gas serra: troppe responsabilità addossate a città, dice studio

venerdì 26 settembre 2008 11:32
 

LONDRA (Reuters) - Le città, spesso additate come responsabili del grosso delle emissioni di gas serra nel mondo, in realtà ne producono appena i due quinti o addirittura meno, secondo uno studio pubblicato oggi.

Agenzie dell'Onu, l'iniziativa per il cambiamento climatico dell'ex presidente Bill Clinton e il sindaco di New York Michael Bloomberg hanno dichiarato che il 75-80% delle emissioni globali vengono dalle città.

Ma utilizzando i dati del Comitato Onu per i cambiamenti climatici, lo studio pubblicato sulla rivista Environment and Urbanization parla del 30-40%.

L'autore dello studio, David Satterthwaite, ricercatore dell'International Institute for Environment and Development di Londra, ha detto che l'errore ha guidato le politiche per il cambiamento climatico.

"Attribuire alle città la responsabilità delle emissioni di gas serra non tiene conto del fatto che le città sono una parte importante della soluzione", dice il ricercatore in un comunicato. "Città ben governate possono fornire alti standard di vita che non richiedono alti livelli di consumo e alte emissioni di gas serra".

Satterthwaite dice che alcuni esperti hanno attribuito alle città una quota troppo alta di emissioni prodotte da industrie e centrali elettriche che si trovano fuori dai loro territori.

Il ricercatore sottolinea inoltre che gli abitanti di molte città inquinano meno delle famiglie delle aree rurali.

"Le persone che vivono nei sobborghi o sono pendolari effettivamente hanno emissioni di gas serra molto più alte per persona di quelle che vivono a Chelsea (quartiere di Londra) a parità di reddito", ha detto a Reuters.