Cinema, al Festival di Roma,con Al Pacino e il Brasile di Veloso

giovedì 25 settembre 2008 18:56
 

ROMA (Reuters) - Immagini e storie di ogni angolo del mondo, arti visive e musicali brasiliane e la possibilità di incontrare i più grandi attori e registi viventi della storia del cinema, con un ospite d'eccezione: Al Pacino.

Sono queste alcune delle iniziative in programma per la terza edizione del Festival Internazionale del Film di Roma, in scena dal 22 al 31 ottobre nella capitale nelle sezioni l'Altro Cinema - Extra e Occhio sul Mondo 2008 -- presentate oggi alla stampa dalla Fondazione Cinema per Roma --, a cui si affiancano Anteprima- Première, Cinema 2008 e Alice nella Città.

Attesi a Roma per la manifestazione prestigiosi nomi del mondo dell'arte cinematografica, come il regista francese Olivier Assayas -- considerato l'erede di Truffaut e Bresson --, il regista statunitense Michael Cimino e il canadese David Cronemberg.

Al Pacino ritirerà il Marc'Aurelio d'oro alla carriera che il Festival quest'anno assegna all'Actors Studio, la scuola che ha formato i più grandi interpreti del cinema americano dal dopoguerra ad oggi, dedicando inoltre all'attore una retrospettiva di 13 titoli, tra cui "Il Padrino", "Scarface" e l'inedito "Chinese Coffee".

ANTEPRIME, CINEMA PER RAGAZZI E MUSICA BRASILIANA

L'Altro Cinema -Extra presenterà, tra le altre pellicole, la storia dei superstiti dei terremoti in Armenia ("Gyumri"di Jana Sevcikova, Repubblica Ceca), la Finlandia vista da una giovane regista italo-finlandese ("Il prossimo tuo", di Anne Riitta Ciccone, Italia/Francia/Finlandia) e, in anteprima internazionale, l'ultimo film del premio Oscar danese Thomas Vinterberg, -- "When a Man Comes Home" -- e "Tres Deseos", diretto dagli argentini Marcelo Trotta e Vivian Imar.

Meryl Streep mette in scena Bertold Brecht nel documentario "Theater of War", dello statunitense John Walter, e donne non vedenti iraniane fanno cinema in "7 blind women", coordinate da Mohammad Shirvan.

Sarà interamante dedicata al Brasile invece la sezione Occhio sul Mondo 2008, che vedrà la partecipazione di Caetano Veloso, uno dei più autorevoli artisti della storia del paese. La scelta dei temi è trasversale: non solo cinema quindi, ma anche arti visive, il sociale e la musica.

Occhio sul Mondo presenterà quindi una vetrina dedicata al cinema contemporaneo brasiliano, una retrospettiva dedicata ai ritratti di grandi artisti e uomini di cultura, e una serie di incontri con cineasti, musicisti, critici e attori che aiuteranno il pubblico a comprendere la complessa identità del paese latinoamericano.   Continua...