September 23, 2008 / 12:08 PM / 9 years ago

Latte contaminato:melammina nei pesticidi e in catena alimentare

3 IN. DI LETTURA

<p>Un contadino lavora nei campi nei dintorni di Baokang, provincia dell'Hubei.Stringer (CHINA)</p>

HONG KONG (Reuters) - La melammina, sostanza chimica che ha contaminato il latte in polvere cinese facendo ammalare migliaia di bambini, è stata usata come pesticida nell'agricoltura in Cina e potrebbe far parte della catena alimentare da molto tempo, secondo gli esperti.

Chan King-ming, professore associato di biochimica all'Università cinese, sostiene che il cyromazine, derivato della melammina, sia usato comunemente in Cina come pesticida.

"E' assorbito nelle piante come melammina ... naturalmente è già nella nostra catena alimentare e nei cibi per gli animali", ha spiegato Chan.

"Così non è solo nei prodotti caseari, ma anche nei vegetali e nella dieta di animali e pesci", ha spiegato in una intervista.

Gli esperti non sono ancora certi delle conseguenze sulla salute che la melammina può provocare.

Delle migliaia di bambini cinesi che hanno registrato calcoli renali, l'80% è sotto i due anni e potrebbero aver sempre usato latte contaminato.

Nessuno studio finora è stato fatto sui danni che la melammina potrebbe causare sull'uomo.

"Quello che sappiamo è che la melammina porta ai calcoli e a problemi ai reni", ha spiegato Peter Yu, professore associato in biologia applicata e tecnologia chimica al politecnico di Hong Kong.

"Ma non sappiamo se ci sono altri effetti a lungo termine. Questi sono ingredienti che non dovrebbero essere nei cibi", ha aggiunto.

Altri esperti sostengono che, mentre i calcoli renali possono essere facilmente rimossi, ci si preoccupa per i danni permanenti ai reni quando la melammina inizia a cristallizzare e a bloccare i condotti renali che filtrano il sangue.

La melammina è salita alla ribalta della cronaca lo scorso anno per la sua presenza in cibo per animali cinese esportato negli Usa, dove molti cani e gatti hanno sviluppato problemi renali acuti e in alcuni casi sono deceduti.

Ma in un rapporto diffuso nel maggio 2007, la Food and Drug Administration Usa spiegò che secondo proprie indagini "maiale, pollo, pesce e uovo da animali inavvertitamente nutriti con alimenti contaminati da melammina...difficilmente rappresentava un rischio per la salute umana".

Citando altri studi, Daniel Chan, nefrologo dell'Università di Hong Kong, ha spiegato che i risultati delle indagini "che hanno seguito il fatto del cibo per animali nel 2007 suggerivano che il livello di contaminazione nella catena alimentare fosse bassa".

Hong Kong ha fissato oggi un tetto massimo per la melammina a non oltre 2,5 milligrammi per chilo, mentre nel cibo per bambini sotto i tre anni e per le donne in gravidanza o in allattamento non è superiore a un milligrammo per kg.

I trasgressori rischiano fino a sei mesi di carcere e una multa da oltre 6.000 dollari.

Ma gli esperti criticano i limiti. "Il limite di 1 mg è arbitrario. Come molti dei cancerogeni, i limiti devono essere sempre abbassati. Idealmente, (la melammina) dovrebbe essere vietata", ha detto Yu.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below