Scultura di rana crocifissa a Bolzano, il Papa: è blasfema

giovedì 28 agosto 2008 12:48
 

di Philip Pullella

ROMA (Reuters) - Una scultura di arte moderna che ritrae una rana verde crocifissa con in mano un bicchiere di birra e un uovo è stata condannata come blasfema da Papa Benedetto, e potrebbe avere i giorni contati.

Il consiglio di amministrazione del museo "Museion" di Bolzano si riunisce infatti oggi per decidere se stare dalla parte del Papa e di altri contrari alla rana o con quelli che dicono che la scultura va difesa in ogni caso in quanto opera d'arte.

La scultura di legno dell'artista tedesco Martin Kippenberger ritrae una rana di circa un metro e mezzo di altezza inchiodata ad una croce mentre tiene un bicchiere di birra in una mano e un uovo nell'altra.

Intitolata "Zuerst die Fuesse" (Prima i piedi), è inchiodata mani e piedi alla maniera di Gesù Cristo, e la lingua verde sporge fuori dalla bocca.

Il lavoro di Kippenberger è stato in mostra ai musei Tate Modern e alla galleria Saatchi di Londra oltre che alla Biennale di Venezia, mentre alcune retrospettive sono in programma a Los Angeles e a New York.

Il Vaticano ha scritto una lettera a nome del Papa a Franz Pahl, presidente della regione che si oppone alla scultura.

"Di certo non si tratta di un'opera d'arte ma di blasfemia, ed è un disgustoso oggetto trash che turba molte persone", ha detto Pahl a Reuters al telefono, mentre era in corso la riunione del consiglio di amministrazione. Pahl ha addirittura minacciato di dimettersi dalla presidenza della regione se la statua non viene rimossa.

Gli esperti di arte difendono il lavoro. "L'arte deve sempre essere libera e l'artista non dovrebbe essere soggetto a restrizioni della sua libertà di espressione", ha detto oggi alla stampa Claudio Strinati, sovrintendente per i musei di Roma.

 
<p>La scultura di legno della rana crocifissa. REUTERS/Courtesy Museion Museum/Handout (ITALY). NO ARCHIVES. FOR EDITORIAL USE ONLY. NOT FOR SALE FOR MARKETING OR ADVERTISING CAMPAIGNS.</p>