Lavoro nero, scoperti steward irregolari stadio Piacenza

martedì 15 luglio 2008 12:58
 

MILANO (Reuters) - Prestavano opera occasionale allo stadio come "steward" alle partite del Piacenza calcio, ma in realtà erano dipendenti pubblici. Per questo la società che li "assumeva" senza dichiararli all'amministrazione di competenza ha dovuto pagare una multa di 100.000 euro.

Lo riferisce in una nota la Guardia di Finanza di Piacenza, che dopo alcune indagini iniziate nel 2007 ha compiuto un blitz allo stadio "Garilli" durante una partita dello scorso campionato di serie B, cogliendo in flagrante gli steward in nero.

I dipendenti irregolari -- spiega la nota -- erano "assunti" da una società di servizi lombarda, che pur regolarizzando la loro posizione previdenziale, ometteva di specificare che 30 di loro erano dipendenti pubblici e perciò soggetti ad una disciplina particolarmente restrittiva.

Un dipendente pubblico infatti deve ottenere l'autorizzazione dall'amministrazione di appartenenza prima di prestare servizio occasionale altrove, e deve poi dichiarare i compensi ricevuti.

Per questa mancanza, la società è stata multata del doppio della cifra complessiva pagata agli steward in nero

I trenta dipendenti pubblici sono stati segnalati al nucleo speciale Funzione pubblica della Guardia di Finanza di Roma, che provvederà al recupero delle somme guadagnate indebitamente.