Olimpiadi, allenamenti hi-tech per nuotatrice di Singapore

martedì 15 luglio 2008 11:21
 

SINGAPORE (Reuters) - Una nuotatrice di Singapore sta utilizzando una tecnologia in stile Nasa per preparare una performance brillante in vista della piscina olimpica di Pechino.

Lo scrive oggi il quotidiano Straits Times.

La sportiva di origine cinese, Tao Li, si sta sottoponendo ad una terapia luminosa per adattare il proprio orologio biologico agli orari mattutini delle gare nei Giochi del mese prossimo.

Cinque volte alla settimana, Tao riceve un bagliore luminoso di 15 minuti che le permetterà di raggiungere l'apice dell'energia nelle ore mattutine per le finali.

Il trattamento, che utilizza un'intensità luminosa di 3.600 lux (unità di misura dell'intensità luminosa) ed è all'incirca nove volte più potente della luce che si trova in un ufficio ben illuminato, durerà tre settimane.

Li gareggerà nei 100 metri dorso e nei 100 e 200 metri farfalla.

"Questa terapia renderà Tao Li più reattiva, sia fisicamente che mentalmente", ha detto il medico sportivo Taisuke Kinugasa.

Singapore non vince una medaglia olimpica da quasi mezzo secolo. L'unico successo è stato nelle Olimpiadi di Roma, nel 1960, quando Tan Howe-Liang ha vinto una medaglia d'argento nel sollevamento pesi.

 
<p>Tao Li durante una gara di nuoto. REUTERS/Zainal Abd Halim (THAILAND)</p>