Salvi al campo base i due alpinisti sul Nanga Parbat

giovedì 24 luglio 2008 11:21
 

MILANO (Reuters) - Sono salvi al campo base i due alpinisti italiani che da una decina di giorni erano sul Nanga Parbat, in Pakistan, dopo la caduta in un crepaccio del loro compagno di scalata Karl Unterkircher.

Lo riferisce il sito di informazione Montagna.tv.

Walter Nones e Simon Kehrer sono stati recuperati dagli elicotteri di soccorso sul pianoro ghiacciato a 5.700 metri che gli alpinisti hanno raggiunto questa mattina alle 5 (ora italiana) dopo essere scesi con gli sci dal colle dove avevano bivaccato per la notte.

Questa mattina -- complice il cielo sereno -- i due alpinisti erano stati avvistati mentre scendevano con gli sci verso un punto dove avrebbe potuto recuperarli l'elicottero dei soccorsi.

Ieri, nebbia e bufera avevano ritardato le operazioni di soccorso, impedendo ai due scalatori di scendere.

Il ministro degli Esteri Franco Frattini che, sin dall'inizio ha seguito personalmente la vicenda dei due alpinisti, ha espresso in una nota la sua "piena soddisfazione per il positivo esito delle complesse operazioni di soccorso".

Frattini ha inoltre ringraziato tutti coloro che sono stati coinvolti nei soccorsi, dall'Unità di Crisi della Farnesina, all'ambasciata d'Italia a Islamabad ed il Comitato Everest K2 Cnr, guidato dal noto scalatore Agostino Da Polenza.

Il ministro ha infine dimostrato un "sincero apprezzamento" alle autorità pakistane per la messa a disposizione dei mezzi aerei e tecnici per le operazioni di soccorso.

 
<p>Sullo sfondo la vetta innevata del Nanga Parbat. REUTERS/Faisal Mahmood</p>