Via le macchinette per snack nelle scuole, raccomanda Ue

giovedì 12 giugno 2008 12:09
 

BRUXELLES (Reuters) - La scuole in Europa dovrebbero pensare a rimuovere le macchinette che vendono snack e offrire al loro posto frutta e verdura, recita un documento della Commissione Europea.

Nel quadro di un piano per finanziare la distribuzione di frutta e verdura, gli esperti della Commissione raccomandano che questi cibi vengano eliminati dalle strutture scolastiche per incoraggiare un'alimentazione sana nei bambini.

Al posto delle macchinette potrebbero essere posizionati dei distributori di frutta e verdura, si legge nel documento di raccomandazione, che non ha valore vincolante ma dovrebbe essere tenuto in considerazione nel discutere dell'implementazione del piano.

Per il 2006, il consumo di frutta e verdura nella Ue è stato secondo fonti comunitarie di 380 grammi a persona, ovvero sotto ai 400 grammi raccomandati dall'Organizzazione mondiale della sanità. Tra i Paesi che ne consumano di più, Grecia, Portogallo, Spagna e Italia. Il risultato peggiore è quello della Slovacchia, che raggiunge appena i 200 grammi quotidiani.

 
<p>Sacchetti di patatine in un negozio del Leicestershire, Inghilterra (foto d'archivio). REUTERS/Darren Staples</p>